Home » Documentazione » Osservazioni generali al piano rifiuti della Regione Lazio

Osservazioni generali al piano rifiuti della Regione Lazio

Cari tutti,
 
come qualcuno già ha saputo nella mattinata del 13 dicembre, in concomitanza con il nostro convegno pomeridiano in Campidoglio, la giunta Zingaretti ha presentato uno studio in cui sintetizza le linee guida del nuovo Piano Rifiuti Lazio su cui stanno da tempo lavorando in gran segreto.
 
Lo studio tra l'altro è stato confezionato da CONFSERVIZI e Camera di Commercio, che non rappresenta certamente una FONTE INDIPENDENTE SCIENTIFICA dato che è costituita tra i soggetti industriali pubblici e privati che gestiscono i rifiuti e di cui vi allego la loro presentazione:

Confservizi Lazio è l’Associazione regionale delle Imprese e degli Enti che gestiscono servizi pubblici locali.
Costituita nel 1972, attualmente ha circa 150 associati tra cui le più importanti società e multiservizi del territorio, la Regione Lazio, la Provincia di Roma, il Comune di Roma e circa 60 Enti Locali.
Rappresenta nel Lazio le Federazioni nazionali di categoria: Assofarm, Asstra, Federambiente, Federcasa, Federculture, Federutility, Fiaso e Fenasap. Con la loro collaborazione contribuisce all’elaborazione delle strategie politico-economiche e programmatiche.


E DI CUI GLI ORGANI SOCIALI SONO AL MOMENTO:


Giuseppe LABARILEPresidente Confservizi Lazio
Piergiorgio BENVENUTI AMA S.p.A.
Marco Daniele CLARKE Risorse per Roma S.p.A
Giancarlo CREMONESI Acea S.p.A
   
Roberto GRAPPELLI Atac s.p.a. OGR S.r.l.
Marco Fabio RINFORZI AEQUA ROMA S.p.A
Vincenzo SURACE COTRAL S.p.A
Massimo TABACCHIERA Roma Servizi per la Mobilità S.r.l.

 

COLLEGIO dei REVISORI
Sandro Grassi
Carlo Alberto ZACCHEO
Francesco Ianni FICORILLI

Direttore: Massimo SERAFINI

 

Alleghiamo il documento tecnico e critico che noi abbiamo elaborato, in cui dimostriamo i numeri sballati e le previsioni esuberanti di nuove discariche, e di cui vi segnalo l'opportunità di esaminarlo e diffonderlo, dato che avremo modo di ragionarci dopo le feste nelle iniziative pubbliche sui territori.


Massimo Piras

Link Utili

Legge Rifiuti Zero